Coronavirus: il droplet rimane nell’aria fino a 20 minuti negli ascensori

Uno studio dell’Università di Amsterdam

Secondo uno studio condotto dall’Università di Amsterdam le goccioline di saliva emesse con un colpo di tosse o uno starnuto, il cosiddetto droplet, possono rimanere nell’aria fino a 20 minuti in un ascensore. I ricercatori, attraverso una serie di simulazioni, sono arrivati alla conclusione che se le porte dell’ascensore rimangono aperte dal 10 al 20% del tempo, occorrono dai 12 ai 18 minuti perché le goccioline diminuiscano di 100 volte. Se le porte dell’ascensore vengono lasciate sempre aperte, invece, scompaiono in 2-4 minuti. Poiché il droplet è un veicolo di trasmissione del coronavirus, i ricercatori suggeriscono di favorire il ricambio d’aria negli ascensori e di indossare la mascherina come forma di protezione.

Scopri di più

0
0
0
s2sdefault
powered by social2s