La norma UNI ISO 45001:2018 sui sistemi di gestione per la salute e sicurezza sul lavoro

Dopo un processo di gestazione particolarmente lungo, nel 2018 è stata finalmente approvata la norma internazionale UNI ISO 45001 “Sistemi di gestione per la salute e sicurezza sul lavoro – Requisiti e guida per l'uso”.

La nuova norma specifica i requisiti per un sistema di gestione per la salute e sicurezza sul lavoro (SSL) e fornisce una guida per il suo utilizzo, al fine di consentire alle organizzazioni di predisporre luoghi di lavoro sicuri e salubri, prevenendo lesioni e malattie correlate al lavoro, nonché migliorando proattivamente le proprie prestazioni relative alla SSL.

La struttura della nuova norma è allineata con quelle delle principali norme ISO relative a sistemi di gestione, quali la ISO 9001 e soprattutto la ISO 14001; ne condivide la cosiddetta “struttura di alto livello” (HLS) e numerosi termini e definizioni, cosicché le imprese che già le adottano sono facilitate nell’integrare nel proprio sistema aziendale anche questo relativo alla salute e sicurezza sul lavoro.

L’edizione italiana della norma include l'appendice nazionale NA che specifica le chiavi di lettura dei requisiti della norma in applicazione della legislazione nazionale vigente, in particolare il decreto legislativo 81/2008.

Chi ha adottato in azienda la norma inglese OHSAS 18001 è già in possesso di una parte degli strumenti e dei sistemi necessari per l’attuazione della UNI ISO 45001 che ha, comunque, una struttura diversa. Il documento IAF MD 21:2018Requirements for the Migration to ISO 45001:2018 from OHSAS 18001:2007”, fornisce i requisiti per la migrazione delle certificazioni verso la norma ISO 45001 da OHSAS 18001:2007. Le imprese certificate secondo la BS OHSAS 18001 hanno meno di tre anni di tempo per certificarsi con la nuova ISO 45001: la norma inglese sarà infatti ritirata a partire dal 12 marzo 2021.

Un riepilogo delle principali caratteristiche della prima norma internazionale per la salute e la sicurezza sul lavoro è riportato in un recente opuscolo realizzato dall’UNI: se ne consiglia la lettura a tutte le imprese interessate al miglioramento della gestione della SSL aziendale.

0
0
0
s2smodern