FIABADAY 2022: ieri conferenza stampa di presentazione

Ieri mattina, giovedì 29 settembre, si è tenuta presso la Sala Polifunzionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, la conferenza stampa di presentazione della ventesima edizione della “Giornata Nazionale per l’Abbattimento delle Barriere Architettoniche”, organizzata da FIABA Onlus in collaborazione con la Presidenza del Consiglio dei Ministri. L’evento si terrà domenica 2 ottobre, a partire dalle ore 10.00, in piazza Colonna a Roma.
Hanno partecipato alla conferenza stampa il ministro per le Disabilità Erika Stefani, il segretario generale della Presidenza del Consiglio dei Ministri Roberto Chieppa e il presidente di FIABA Onlus Giuseppe Trieste. Moderatore Nicola Perrone, direttore responsabile dell’Agenzia DiRE.
Il segretario generale Roberto Chieppa ha sottolineato l’importanza dell’approvazione della legge delega in materia di disabilità nel processo di consolidamento dei diritti delle persone con disabilità. “Si tratta – ha detto Chieppa – di una riforma che pone al centro la valutazione multidimensionale della disabilità e la realizzazione del progetto di vita individuale, personalizzato e partecipato, diretto a consentire alle persone con disabilità di essere protagoniste della propria vita e di realizzare una effettiva inclusione nella società”.
Il presidente Giuseppe Trieste ha ribadito che “la mancanza di accessibilità porta esclusione sociale. Impegnarsi per eliminare le barriere significa, quindi, attivare il nostro senso di responsabilità. Tutto parte dalla convinzione che la questione dell’accessibilità interessi solo un ristretto gruppo di individui, mentre in fin dei conti può riguardare chiunque. La campagna di sensibilizzazione del FIABADAY 2022, dal titolo «Abbattere le barriere si può. Facciamolo!», è incentrata proprio sull’idea che anche le nostre azioni quotidiane possono fare la differenza”.
Infine, il ministro per le Disabilità Erika Stefani ha chiuso la conferenza stampa dichiarando che
Abbattere le barriere significa prendere parte a un’opera di sensibilizzazione che porti all’eliminazione in primis di quelle culturali. Un mondo senza barriere è quello che ne riconosce l’esistenza e promuove ogni iniziativa che ribadisca il principio per cui vivere in una società accessibile è un diritto. Per tale ragione è importante oggi parlarne, la disabilità è un tema che riguarda tutti”.
Anacam,  da sempre sensibile al tema dell’accessibilità, è felice di aver offerto il proprio supporto all’iniziativa come partner. Già nel dicembre 2021 ha sostenuto l’iniziativa di FIABA Onlus e RECERT quando hanno promosso un emendamento alla Legge di Bilancio 2022, poi approvato, che ha introdotto il bonus 75% per le spese sostenute nel 2022 per il superamento e l’abbattimento delle barriere architettoniche negli edifici. L’obiettivo è cercare di rendere accessibili tutti quegli edifici realizzati prima del 1989, anno in cui sono entrati in vigore la Legge n. 13 e il DM 236 che per la prima volta nel quadro normativo italiano hanno imposto la piena accessibilità dell’edilizia residenziale. Se si considera che il parco immobiliare italiano è abbastanza vetusto e che gli edifici costruiti dopo il 1989 sono una esigua minoranza, si può comprendere quanto tale provvedimento sia stato e sia assolutamente necessario.
“Purtroppo, ad oggi, il bonus 75% ha trovato solo un’applicazione parziale e limitata, a causa dei ritardi amministrativi nell’applicazione della legge e dei tempi necessari per approvare e realizzare i lavori. Appare, quindi, indispensabile una proroga quanto meno biennale del bonus – ha detto il presidente nazionale di Anacam Andrea Codebò – per consentire un intervento sufficientemente esteso sugli edifici che non garantiscono l’accessibilità di spazi e servizi alle persone con disabilità o a ridotta mobilità”.

programma ufficiale del FIABADAY 2022

SCARICA LA LOCANDINA