ANACAM MAGAZINE - n. 2 aprile | giugno 2021

Anacam ha sempre dimostrato una grande sensibilità verso la sicurezza e non potrebbe essere diversamente vista la natura dell’attività svolta dalle aziende ascensoristiche che non ri- guarda solo la sicurezza degli utenti ma anche quella dei collaboratori. Non esiste la possibilità di ridurre gli infortuni se non si innalza il livello culturale dei soggetti che hanno la re- sponsabilità in materia. A sei anni di distanza dalla prima edizione del libro “Elementi di valutazione dei rischi e di gestione della sicurezza nel- le piccole e medie aziende ascensoristiche”, visti anche i cambiamenti intercorsi nel frattempo, si è ritenuto fosse necessario scrivere una se- conda edizione, frutto non solo delle nostre competen- ze, ma anche delle informa- zioni e indicazioni derivate dall’esperienza diretta di tutti gli associati Anacam. Lo scopo del testo è natu- ralmente fare formazione e informazione, aiutando a coprire non solo gli obblighi formali ma soprattutto quelli sostanziali con la necessaria precisazione che queste linee guida vanno personalizzate in base alle singole esigenze e strutture. Crediamo che esso rappre- senti un utile strumento di lavoro sia per i titolari che per i collaboratori, per i responsabili del servizio di pro- tezione e prevenzione, i responsabili dei lavoratori per la sicurezza e i con- sulenti, che talvolta possono non co- noscere bene le specificità del settore. Una delle novità di questa seconda edizione è rappresentata proprio dal capitolo dedicato alla pandemia che è una sintesi delle linee guida elaborate insieme ad Antonio Ciani e che sono state presentate già nel corso del we- binar nazionale Anacam del 29 aprile 2020. Nella prima parte del libro ab- biamo esaminato nella sua generalità il D.Lgs. 81/2008 e ss.mm.ii. in modo da non trascurane nessuna parte. La seconda parte è dedicata alla va- lutazione dei rischi. In linea con la prima edizione, è stato utilizzato un metodo semi-qualitativo, seppure in una forma semplificata, con soli quat- tro livelli di entità del danno e quattro livelli di probabilità. La terza parte raccoglie le schede di valutazione dei ri- schi proponendo la lista dei pericoli applicabili a ciascun settore di attività. È stata man- tenuta la suddivisione dei diversi ambienti di lavoro e sono state considerate tutte le mansioni svolte con i relativi profili di rischio, gli infortuni che ne possono derivare, l’uso concreto dei DPI e le attrezza- ture tipicamente utilizzate. Nella quarta parte sono ap- profonditi alcuni rischi comu- ni alle diverse aree di un’azien- da ascensoristica in base alle differenze di età, di genere, della presenza di lavorato- ri stranieri. Si fa riferimento anche ai rischi e ai controlli relativi all’assunzione di alcol e sostanze stupefacenti, al ca- rico e allo scarico dei mezzi di trasporto e delle banchine/ rampe, e al caso in cui il cari- co/scarico avvenga da terra. La quinta parte mostra i risultati di un’indagine sui fattori di rischio per i lavoratori in Europa della Europe- an Agency for Safety and Health at Work, alcuni dei quali sono tra i ri- La seconda edizione di “Elementi di valutazione dei rischi e di gestione della sicurezza nelle piccole e medie aziende ascensoristiche” Un libro-guida per fare formazione e informazione 76 EDITORIA D I G i u s e p p e I o t t i e Pa o l o Tat t o l i

RkJQdWJsaXNoZXIy NDUyNTU=