Skip to main content

Tragico incidente in provincia di Lecco: sequestrato il montascale a cingoli per accertamenti

Incidente mortale qualche giorno fa a Valgreghentino, in provincia di Lecco. Madre e figlio sono rimasti uccisi mentre utilizzavano un montascale a cingoli elettrico. Si ipotizza che si sia rotto il meccanismo a cingoli e che non abbia funzionato nemmeno il servofreno automatico. Il montascale mobile, concesso in comodato d’uso dal Servizio Sanitario Nazionale, è ora sotto sequestro per gli accertamenti del caso. 
Da una prima ricostruzione dei carabinieri della caserma di Olginate e del Nucleo operativo della compagnia di Merate, sembra che l’uomo stesse trasportando la madre giĂą da una rampa di scale della casa in cui abitavano. Il montascale avrebbe smesso di funzionare. L’uomo si sarebbe allora posizionato davanti al dispositivo per impedire la caduta della donna in carrozzina ma ne è stato travolto rotolando fino in fondo alla scalinata. 
Qualche informazione utile. I montascale mobili sono dispositivi portatili medicali che appunto consentono alle persone in carrozzina, o con difficoltĂ  di movimento, di spostarsi agevolmente. Il vantaggio di questo tipo di apparecchiatura è che non richiede l’installazione. Tuttavia, questa sorta di trattorino non rende indipendente l’utilizzatore che necessita di un accompagnatore formato. L’abilitazione specifica deve essere rilasciata dal produttore o da un suo mandatorio autorizzato. Vi sono poi alcune operazioni di manutenzione, come la rimozione di polvere, ad esempio, che possono essere eseguite dall’utilizzatore con le dovute accortezze indicate nel manuale del dispositivo, mentre ve ne sono altre che devono essere eseguite esclusivamente da personale qualificato. 

 LEGGI L'ARTICOLO